Outreach activities
24 23 2 19 26 3 9 16 17 13 10 22 5 25 15 6 20 27 28 29 14 18 1 8 11 12 21 7 4

I lavori per la costruzione delle nuove strutture destinate a ospitare il Centro Primati dell’Istc-CNR di Roma all’interno del Bioparco sono stati l’occasione per realizzare nuovi strumenti di divulgazione scientifica. Nel 2004, infatti, è partito il progetto “Uomini e scimmie a confronto: un laboratorio on-line”, finanziato dal MIUR e finalizzato a diffondere le attività di ricerca dell’Unità di Primatologia Cognitiva dell’Istc-CNR. Grazie al progetto è stata realizzata una postazione multimediale (totem) che permette ai visitatori, tramite un touch screen, di scoprire curiosità sui cebi dai cornetti e conoscere il tipo di ricerca che si svolge nel centro. Inoltre, sono state realizzate schede informative ricche di foto e testi descrittivi per illustrare la storia delle scimmie della colonia e per aiutare il riconoscimento dei singoli esemplari da parte dei visitatori. Una raccolta che può diventare un utile strumento d’indagine anche per gli studenti e i ricercatori esterni che periodicamente visitano e svolgono le loro ricerche nel Centro Primati.

 

 

Il progetto è nato da una riflessione: la ricerca non serve solo a fare scoperte, ma a promuovere la trasmissione di una corretta cultura tecnico-scientifica. D’altra parte, è altrettanto importante che questa cultura trovi ampia diffusione nella società. Tutto ciò, naturalmente, non è banale. Richiede da un lato rigore scientifico, dall’altro semplicità e chiarezza nell’esposizione dei contenuti. Nell’ottica della divulgazione, un centro di studi sul comportamento animale ospitato all’interno di un giardino zoologico come il Centro Primati dell’Istc-CNR dovrebbe avere un ruolo cruciale nell’avvicinare i visitatori alla ricerca etologica e cognitiva. Ma per i ricercatori è spesso problematico far conoscere le proprie ricerche a un pubblico di non addetti ai lavori. C’è il problema del linguaggio, scientifico versus non specialistico, ma anche quello dello spazio. I laboratori in cui si fa ricerca sono ambienti controllati che non possono ospitare visitatori. In più, la validità e l’attendibilità delle misure comportamentali dipende soprattutto dal fatto che il comportamento degli animali non viene alterato da elementi che non fanno abitualmente parte dell'ambiente in cui essi vivono. Come è possibile, allora, conciliare le esigenze della ricerca con l’interesse del pubblico? Bisogna scegliere gli strumenti adatti. È quello cha hanno fatto i ricercatori dell’Unità di Primatologia Cognitiva e Centro Primati dell’Istc-CNR realizzando la postazione multimediale e le schede informative sui cebi della colonia.

Questi strumenti di divulgazione sono ricchi di approfondimenti sull’ecologia e comportamento dei cebi dai cornetti, così da soddisfare le naturali curiosità suscitate dall’osservazione diretta degli animali; contengono informazioni sugli animali che compongono la colonia (sesso, età, gruppo sociale di appartenenza, parentele) per coinvolgere emotivamente l'osservatore e rendere più efficace la comunicazione di contenuti scientifici senza sacrificare il necessario rigore; descrivono le linee di ricerca portate avanti nel centro e i principali risultati ottenuti, con un richiamo all’importanza degli studi condotti in cattività per la comprensione del comportamento degli animali in natura; permettono di fare esperienza diretta delle tecniche di registrazione delle vocalizzazioni dei cebi e della voce umana, tramite la visualizzazione di sonogrammi; ricostruiscono la storia dell’Unità di Primatologia Cognitiva e Centro Primati.

 

8094091-sagome-di-scimmie

I cebi del Centro Primati: album di famiglia

Unit of Cognitive Primatology - tutte le immagini del sito sono protette da copyright 
Unit of Cognitive Primatology: all images are copyrighted